BORING JOURNERY: L’ENNESIMO VIAGGIO NELLA VITA DEGLI WHOAmazing Journey: The Story Of The Who è un palese esempio di merchandising ben riuscito dal punto di vista economico, ma pessimo da quello contenutistico. Solo per true lovers, per tutti gli altri sono 120 minuti di cose noiose che per lo più già sapevamo.

CONTINUA A LEGGERE

ABENLAND, LA VITA NOTTURNA DEL GIORNO - Chi sono le persone che vengono pagate per stare sveglie mentre gli altri dormono, oltre agli omini della nettezza urbana? “Abendland” (o per gli anglofoni, The west) cerca di spiegarlo. Abendland è un doc di quasi 90 minuti, in cui sono stati ridotte le oltre 170 ore di girato, tutto materiale accumulato in più di un anno di riprese. L’ossessione occidentale per sicurezza e controllo (per Geyrhalter si direbbe eccessiva, ma forse necessaria) è rappresentata attraverso alcuni mestieri e luoghi che di notte non possono spegnersi come tutti gli altri: un’agenzia funebre all’opera tra bare e urne di metallo, contenitori identici per contenuti unici; i volontari della Croce Rossa bavarese alla prese con le sbronze dei frequentatori dell’Oktober Fest di Monaco; la polizia austriaca si esercita, tramite un’inquietate simulazione, ad arrestare gente cattivissima; i confini di Ceuta, la città spagnola in Marocco, vengono illuminate dalle torce della Guardia Civil, sempre allerta per l’immigrazione; infine uno stadio abbandonato si riempie di gente sudaticcia per un rave. 

CONTINUA A LEGGERE

SE NON PARLI BENE DI BURROUGHS, NON SEI NESSUNONon avete mai letto William S. Burroughs? Siete delle persone spregevoli. Il fatto che ve lo dica uno sconosciuto non vi fa ne caldo ne freddo. Lo capisco. Allora fatevelo dire da almeno tre quarti dei vostri idoli. Da Gus Van Sant a Jello Biafra, passando per i Sonic Youth, un documentario sull’importanza culturale dell’inventore della tecnica del cut up.

CONTINUA A LEGGERE

WHEN YOU ARE STRANGE: DICILLO RACCONTA I DOORS Un documentario ricco di sequenze inedite (davvero) che tenta di tracciare la storia di una delle band leggendarie della storia della musica: DiCillo usa la voce narrante di Depp e confeziona un buon film, anche se talvolta lo “spettro” di Oliver Stone si fa sentire…

P.S. Il film è uscito anche in Italia: al posto di Johnny Depp c’è Morgan. Ai posteri…

CONTINUA A LEGGERE

FINALMENTE, FREAKONOMICSÈ successo che siamo andati avanti a parlarne per mesi, quindi a un certo punto uno dice: «Mah, sarebbe anche bello vederlo». È il caso di Freakonomics, film tratto dal libro omonimo di Steven Levitt e Stephen Dubner, il primo brillante economista, il secondo giornalista del New York Times, entrambi uomini che parlano velocissimo. Dell’importanza del progetto si è già parlato: le menti migliori della nostra generazione di documentaristi alle prese con una sorta di (scusate il termine) docu-fiction applicata ai vari capitoli in cui è suddiviso il libro. Le menti migliori e Morgan Spurlock. Il quale, però, in questo caso, si trova a suo agio e realizza uno (forse il primo) dei suoi lavori più riusciti. I segmenti dei registi sono quattro, intermezzati dalle animazioni di Seth Gordon e da interviste agli stessi Levitt e Dubner. Parliamone.

CONTINUA A LEGGERE

THE MOST DANGEROUS MAN IN AMERICA: LEAKS PRIMA DI WIKI The Most Dangerous Man in America è un documento – oltre che un documentario – importante e, se vogliamo, necessario. La voce narrante appartiene a Daniel Ellsberg, in Italia meglio noto come «quello che ha reso pubblica la storia segreta della guerra in Vietnam – in settemila comode pagine – ed è diventato automaticamente l’arcinemico di almeno due amministrazioni, le due che quella guerra l’avevano condotta».

CONTINUA A LEGGERE

DIECI VISSUTI A UNA VELOCITA’ FOLLE: LA VITA DI AYRTON SENNA - L’affascinante quanto tragica vita di Ayrton Senna da Silva, uno dei più grandi piloti di sempre. Un uomo che con il suo talento è stato capace di infuocare tutto il pubblico appassionato di Formula 1 del mondo. Un uomo che con il suo carattere s’è battuto a lungo per la sicurezza sui circuiti dei Gran premi.
CONTINUA A LEGGERE

DIECI VISSUTI A UNA VELOCITA’ FOLLE: LA VITA DI AYRTON SENNAL’affascinante quanto tragica vita di Ayrton Senna da Silva, uno dei più grandi piloti di sempre. Un uomo che con il suo talento è stato capace di infuocare tutto il pubblico appassionato di Formula 1 del mondo. Un uomo che con il suo carattere s’è battuto a lungo per la sicurezza sui circuiti dei Gran premi.

CONTINUA A LEGGERE

YOU’VE BEEN TRUMPED, E GLI SCOZZESI S’INCAZZANOFinalmente un documentario che sembra una puntata dei Simpson: magnate dell’imprenditoria con parrucca meglio conosciuto con il nome di Donald Trump vs gli scozzesi.

Il plurimiliardario con la faccia gonfia si è recentemente fatto notare per, nell’ordine: 1) aver affermato di considerarsi un potenziale candidato per le elezioni statunitensi 2012, 2) aver sostenuto che Obama sarà ricordato come il peggiore presidente della storia, 3) aver detto che Obama non era uno studente abbastanza brillante per l’Ivy League, 4) aver fomentato teorie cospirazioniste sull’identità di Obama e insistito per vedere il suo certificato di nascita, 3) aver potuto verificare tale certificato di nascita, ma tanto “fotte sega, tanto è falso”, 4) nel frattempo, aver intrapreso una campagna elettorale non ufficiale contro Obama, 5) essersi ritirato dalla suddetta campagna, ETC.

CONTINUA A LEGGERE

A MILLE CE N’E’, DI VITE D’ALTRI DA NARRAR… BIOGRAFILM FESTIVAL 2011 - DIeci giorni, cento film, decine di anteprime italiane e mondiali, ospiti e feste a volontà e una rassegna sugli anni ’80: questi i punti forti della settima edizione del Biografilm Festival, la “international celebration of lives” bolognese. Dal oggi fino al 20 giugno.

CONTINUA A LEGGERE

A MILLE CE N’E’, DI VITE D’ALTRI DA NARRAR… BIOGRAFILM FESTIVAL 2011DIeci giorni, cento film, decine di anteprime italiane e mondiali, ospiti e feste a volontà e una rassegna sugli anni ’80: questi i punti forti della settima edizione del Biografilm Festival, la “international celebration of lives” bolognese. Dal oggi fino al 20 giugno.

CONTINUA A LEGGERE

CHARLIE, OVVERO: ALTRE PROSPETTIVE SU CHARLIE CHAPLIN - Su queste pagine abbiamo già parlato di “Unknown Chaplin”, ma in “Charlie – The Life and Art of Charles Chaplin” si parla del grandissimo regista, attore, scrittore e musicista in maniera sobria, oggettiva e non incensatoria. E si scoprono gli umanissimi altarini di un genio.
CONTINUA A LEGGERE

CHARLIE, OVVERO: ALTRE PROSPETTIVE SU CHARLIE CHAPLIN Su queste pagine abbiamo già parlato di “Unknown Chaplin”, ma in “Charlie – The Life and Art of Charles Chaplin” si parla del grandissimo regista, attore, scrittore e musicista in maniera sobria, oggettiva e non incensatoria. E si scoprono gli umanissimi altarini di un genio.

CONTINUA A LEGGERE

VOLEVO ESSERE JOEY RAMONENel 2005 è uscito il documentario End Of The Century: The Story Of The RamonesJim Fields e Michael Gramaglia, i due registi, aprono la pellicola con un intervento lamentoso di Dee Dee, probabilmente strafatto, in cui sostiene che per i Ramones è impossibile vivere assieme, anche se sottolinea di voler molto bene ai ragazzi. Più avanti scopriamo che i motivi per cui la convivenza della band era impossibile sono: la tossicodipendenza di Dee Dee, la riottosità di Dee Dee, la ragazza di Dee Dee e l’hobby di Dee Dee di minacciare la gente con il suo serramanico. Ma tralasciando questo, per il resto, erano solo un’altra famigliola felice.

CONTINUA A LEGGERE

COME LA SCENA TRISTE DI HIGHLANDER: CHI VUOL VIVERE PER SEMPRE? L’angoscia tutta moderna dell’invecchiare: una delle maledizioni del nostro tempo. Ma è possibile tentare di arrivare il più possibile in forma anche se molto in là con gli anni? O, addirittura, è possibile vivere per sempre? Se lo chiede Mark Wexler che con questo film gira la domanda ad alcuni dei più vispi ultracentenari del pianeta.

CONTINUA A LEGGERE

FILMSKI GRAD E LE ROVINE DEL CINEMA YOGUSLAVO “Cinema Komunisto” esplora gli abbandonati Avala Film Studios e racconta come funzionava la Cinecittà di Belgrado, tra festini con Tito e Sofia Loren a braccetto e celebrità più amate in Cina che in patria.

CONTINUA A LEGGERE

ESSERE FIGLIO DI PABLO: SINS OF MY FATHERIl più grande trafficante di droga della storia, nonché spietato assassino, faccendiere, arcimilionario, aveva una famiglia: moglie, figlia e figlio. Quest’ultimo è il protagonista del documentario di Nicolas Entel, un film intenso e drammatico, con un finale sorprendente.

CONTINUA A LEGGERE


SPURLOCK VENDITORE DI FUMO! - Il 22 aprile è uscito, in America, The Greatest Movie Ever Sold. Si regalano dei buoni motivi per non vederlo (o per lo meno non al cinema) concepiti sulla visione del trailer. Se poi volete comunque spendere i vostri soldi per andare a gustarvelo su maxi schermo, vi auguro almeno che i pop corn che vi serviranno siano davvero ottimi.

CONTINUA A LEGGERE

SPURLOCK VENDITORE DI FUMO! Il 22 aprile è uscito, in America, The Greatest Movie Ever Sold. Si regalano dei buoni motivi per non vederlo (o per lo meno non al cinema) concepiti sulla visione del trailer. Se poi volete comunque spendere i vostri soldi per andare a gustarvelo su maxi schermo, vi auguro almeno che i pop corn che vi serviranno siano davvero ottimi.

CONTINUA A LEGGERE